Login
   
    
   Iscriviti


RISCHIO AMBIENTALE
Sabato
26 Settembre 2020

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI SIRACUSA


PIANO STRAORDINARIO DI INTERVENTI SANITARI 
NELL'AREA AD ALTO RISCHIO AMBIENTALE DI AUGUSTA-PRIOLO


La Legge regionale n. 5/2009 di riforma del servizio sanitario siciliano prevede l’individuazione con decreto assessoriale di prescrizioni in materia di prevenzione individuale e collettiva, diagnosi, cura, riabilitazione ed educazione sanitaria per le patologie derivanti dagli insediamenti industriali e le specifiche risorse.
Con il decreto assessoriale n. 549 del 2013, pertanto, l’assessorato regionale della Salute ha proceduto alla costituzione di un tavolo tecnico regionale sullo “Stato di salute della popolazione residente nelle aree a rischio ambientale e nei siti di interesse nazionale per le bonifiche della Sicilia” con il compito di predisporre un programma organico di interventi sanitari nelle aree ad alto rischio ambientale della Sicilia, ossia Gela (CL), Milazzo (ME), Augusta-Priolo (SR). 

Nell’ambito dell’attività del tavolo tecnico regionale, sono state individuate le linee di intervento in materia di prevenzione individuale e collettiva, diagnosi, cura, riabilitazione ed educazione sanitaria, sulla base delle proposte redatte da ciascuna delle tre ASP interessate di CL, ME e SR. 

L'Asp di Siracusa, con delibera n. 175 del 30 gennaio 2014 ha costituito il Gruppo di coordinamento aziendale per l'attivazione e lo sviluppo delle linee di intervento del Piano straordinario coordinato dal direttore sanitario aziendale e costituito dai direttori dei Dipartimenti di Prevenzione Medico, Veterinario, del Siav, dai direttori dei Distretti sanitari di base in cui ricadono i comuni delle Aree a rischio ambientale e dal referente dell'Asp di Siracusa del Tavolo tecnico regionale individuato nel dirigente medico Francesco Tisano. Contestualmente, l'Asp di Siracusa ha attivato, a supporto del Gruppo, un "focal point" per la conduzione territoriale di indagini, campionamenti. survay ed altri strumenti di rilevazione, raccolta, trasmissione ed integrazione dati per il monitoraggio locale.

A seguito di vari incontri che si sono tenuti successivamente al Dipartimento Sanitario dell’Assessorato Regionale per la Salute sono state discusse, pianificate e definite, per l’area ricadente nel territorio dell’Asp di Siracusa, che include i comuni di Siracusa, Augusta, Priolo Gargallo, Melilli, Floridia, Solarino, le seguenti azioni, recepite con decreto assessoriale n. 356 dell’11 marzo 2014:
 
Biomonitoraggio: presa in carico soggetti con valori in eccesso 
Offrire ai MMG ed ai loro assistiti partecipanti al recente biomonitoraggio del mercurio nei Comuni di Augusta-Priolo-Melilli, con valori eccedenti quelli di riferimento, un percorso di follow-up che includa a) interventi tesi a ridurre l’esposizione al mercurio attraverso consigli igienico-dietetici (es. riduzione consumo di pesce) ed il controllo ed eventuale sostituzione di vecchie otturazioni dentarie; b) ripetizione esami biomonitoraggio; c) eventuale consulenza di tossicologia medica e genetica medica.

Rafforzamento interventi di prevenzione primaria e promozione della salute
Fumo : Peer Education Peer Education in Scuole Superiori sul fumo rivolta alla popolazione studentesca 14-15 anni di Augusta-Priolo-Melilli, al fine di formare un gruppo di giovani in grado di essere educatori tra pari. 
Rafforzamento interventi di prevenzione primaria e promozione della salute 

Fumo : Fumo in gravidanza e centro antifumo
Attività di conoscenza e sensibilizzazione per contrastare il fumo in gravidanza, anche tramite distribuzione opuscolo, durante le sessioni di partecipazione dei corsi di preparazione al parto.
Istituzione Centro Antifumo per disassuefazione dal fumo.

 
Rafforzamento interventi di prevenzione primaria e promozione della salute
Alcool

Formazione-Progettazione-Distribuzione materiale educativo, diversificato per fascia di età, per prevenzione abuso bevande alcooliche nei comuni area a rischio.

 
Rafforzamento interventi di prevenzione primaria e promozione della salute
Cattiva alimentazione

Inserimento nella programmazione scolastica della tematica “Alimentazione sana” tramite la costituzione gruppi di lavoro con insegnanti su modalità e contenuti inerenti corretta alimentazione nei comuni di Augusta, Priolo, Melilli, Siracusa
 

Rafforzamento interventi di prevenzione primaria e promozione della salute

Cattiva alimentazione: Contrasto obesità in età evolutiva
Nella ASP è già previsto un piano di educazione alimentare per contrastare il diffuso fenomeno dell’obesità in età evolutiva, attraverso l’azione diretta dei Pediatri di Libera Scelta nei confronti dei loro assistiti e con il coinvolgimento dei genitori.
Detto piano sarà potenziato negli assistiti in carico ai PLS residenti nei comuni di Siracusa-Augusta-Priolo-Melilli- Floridia-Solarino.

 
Rafforzamento interventi di prevenzione primaria e promozione della salute
Sedentarietà

Si prevede il coinvolgimento di centri sociali anziani per effettuare l’intervento di contrasto alla sedentarietà nei soggetti oltre i 65 anni di Augusta e Siracusa. Si formeranno gruppi di attività motoria in associazioni di anziani coinvolgendo l’Assessorato Politiche Sociali dei Comuni. Si svolgerà attività motoria pratica con uso piscine e/o palestre aderenti al piano. 

Rafforzamento interventi di prevenzione primaria e promozione della salute
Rischio cardiovascolare

Attuazione negli adulti di età compresa tra 35 e 69 anni, residenti nell’area ad alto rischio ambientale di iniziative di promozione della salute volte ad implementare i c.d. “Stili di vita salvacuore”.
Valutazione del rischio cardiovascolare nella popolazione target mediante l’applicazione della carta del rischio I.S.S., da parte dei Medici di medicina generale, ai propri assistiti. 

Promozione del test di screening neoplasia del collo dell’utero.
Promozione del test di screening neoplasia della mammella.
Promozione del test di screening tumore del colon retto.

Si prevede il potenziamento delle attività dei tre screening nei comuni dell’area ad alto rischio ambientale.

Avvio sorveglianza sanitaria negli ex-esposti
Si procederà anzitutto alla identificazione della popolazione di ex-esposti ad amianto per cause professionali partendo da archivi INAIL e ASP. Si effettuerà dunque negli ex-esposti la sorveglianza sanitaria seguendo apposito protocollo sanitario che sarà emanato dalla Regione (tipo di accertamenti sanitari, periodicità, etc.) secondo principi di efficacia, appropriatezza, economicità ed utilità sociale.

Consulenza genetica
1. Consulenza genetica preconcezionale e prenatale per la prevenzione e per la diagnosi delle malformazioni congenite nell’area ad alto rischio ambientale sita nella provincia di Siracusa.
2. Consulenza genetica clinica nei soggetti affetti da anomalie congenite residenti nella suddetta area.
 
Miglioramento della qualità dell’offerta diagnostico-assistenziale
Implementazione dei percorsi assistenziali e continuità ospedale territorio nelle BPCO

Tra i residenti nei 6 comuni area ad alto rischio ambientale dimessi da ospedali ASP SR con diagnosi di BroncoPneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO), stadio II-III-IV GOLD,
sarà offerto un percorso assistenziale pneumologico territoriale dedicato.

Miglioramento della qualità dell’offerta diagnostico-assistenziale
Implementazione dei percorsi assistenziali e continuità ospedale territorio nell' INSUFFICIENZA RENALE
Offerta servizio ambulatoriale di nefrologia medica per un gruppo selezionato di soggetti con insufficienza renale residenti nell’area ad alto rischio ambientale.

Costituzione funzione di coordinamento aziendale degli interventi locali con competenze multidisciplinari sanitarie a supporto delle autorità locali.
Responsabilizzazione formale dei Dipartimenti di prevenzione (art. 7 del D.Lgvo 229/99). Attivazione focal point.
Per dette azioni è stata adottata deliberazione n. 175 del del 30/01/2014.
In data 17/02/14 ha avuto corso la prima riunione del gruppo di coordinamento, che dovrà attivare le varie linee di intervento.

Avvio di modalità partecipate di gestione del rischio ambientale (VIS - Valutazione di Impatto Sanitario)
Si attiveranno tutte le procedure necessarie per discutere le scelte strategiche rilevanti con implicazioni su ambiente e salute, coinvolgendo tutti i portatori di interesse e di responsabilità, sia a livello regionale sia a livello locale.
Gli enti preposti, nella fase di avvio di piani e progetti con possibili ricadute ambientali e sanitarie, individuano un percorso e modalità condivise di consultazione sulle scelte operative che coinvolgono, oltre alle rappresentanze istituzionali, anche le principali rappresentanze delle comunità locali. 

Sensibilizzazione della popolazione e coinvolgimento dei Medici di Medicina Generale (MMG) 
Si prevedono incontri di lavoro con i MMG dei 6 Comuni finalizzati ad azioni sinergiche volte al coinvolgimento dell’utenza e concernente la tematica relativa al rischio ambientale
Dunque si effettuerà attività di informazione e sensibilizzazione dell’utenza attraverso:
• Informazione diretta all’utenza interessata a mezzo di comunicati stampa, brochure informative da divulgare presso tutte le agenzie sanitarie ( URP Aziendale e relativi punti di informazione territoriali, Ambulatori M.M.G., Farmacie, PP.OO. Aziendali e Strutture Distrettuali)
• Coinvolgimento delle Associazioni di Volontariato componenti il Comitato Consultivo Aziendale e delle altre associazioni di volontariato che operano nel campo socio- sanitario maggiormente rappresentative attraverso incontri tecnici, nonché delle associazioni ambientaliste
 

Sicurezza degli alimenti di origine animale

Monitoraggio sulla presenza di Metalli pesanti, Diossine e Pcb, idrocarburi policiclici aromatici.
in alimenti di origine animale provenienti da allevamenti che ricadono nel territorio appartenente ai Comuni di: Siracusa, Augusta, Melilli, Priolo, Floridia e Solarino.
L'attività consiste nel prelevare, un totale di 60 campioni di grasso bovino/ovi-caprino, provenienti da animali adulti allevati nel suddetto territorio e macellati presso strutture ricadenti presso questa ASP di Siracusa, in aliquota unica, di almeno Kg. uno, da inviare al Laboratorio dell' I.Z.S. di Palermo per la determinazione dei suddetti contaminanti. 

Sicurezza degli alimenti di origine vegetale
Si tratta di un programma volto a garantire più elevati standard di sicurezza alimentare, a tutela della salute pubblica, tramite ispezioni, campionamenti e relative analisi di laboratorio per accertare eventuale presenza di contaminanti negli ortaggi a stelo e a foglia nei siti di produzione primaria ricadenti nel territorio area ad alto rischio ambientale. 

Sicurezza degli acque destinate al consumo umano - Competenza SIAN 
Negli anni è stato evidenziato, a seguito di indagini di laboratorio, l’inquinamento della falda e di alcuni pozzi nell’area ad alto rischio ambientale, ed in particolare nel territorio dei comuni di Priolo G., Melilli e di Augusta; l’intervento si propone:
1. Monitoraggio delle fonti di approvvigionamento idrico di tutti i sei comuni dell’area industriale;
2. Verifica dei controlli interni degli Enti gestori o dei Comuni al fine di accertarne la congruità ed esaminare i risultati delle analisi;
3. Campionamento ed analisi delle acque destinate al consumo umano alle fonti di approvvigionamento, ai serbatoi ed alla distribuzione, testando parametri supplementari rispetto ai controlli ordinari.

Sorveglianza allevamenti
L'attività consiste nel prelevare 60 campioni in unica aliquota di alimento per bovini ed ovicaprini (mangime semplice) in aziende zootecniche insistenti all'interno dell' Area a Rischio Ambientale Augusta- Priolo, durante le varie fasi di sviluppo vegetale: essenze foraggere, fieno, granaglie, ed il loro invio ala Laboratorio dell'IZS. Di Palermo per la determinazione dei seguenti contaminanti: metalli pesanti, diossine e Pcb diossinosimili e non diossinosimili, idrocarburi policiclici aromatici. 


 



 
DELIBERA COSTITUZIONE DEL GRUPPO DI COORDINAMENTO
» Leggi...

NOMINATIVI E RECAPITI DEI REFERENTI DELLE AZIONI DEL PIANO
» Leggi...

NOMINATIVI E RECAPITI DEI REFERENTI DEL GRUPPO DI COORDINAMENTO
» Leggi...

STUDIO INTEGRATO AMBIENTE E SALUTE: LA PATOLOGIA ONCOLOGICA NEL SIN DI PRIOLO (di Franco Tisano)
» Leggi...


TEST SIEROLOGICI A PERSONALE DOCENTE E NON DOCENTE
COME CAMBIA LA QUARANTENA
CONSEGNA A DOMICILIO FARMACI
PUNTO INFORMATIVO PER LAVORATORI DA ALTRE REGIONI
COVID 19, FORMAZIONE OPERATORI
TAMPONI, PRIORITA' LAVORO
SERVIZI RIABILITATIVI
TELEFONO PER L'INFANZIA
ASSISTENZA ANTI VIOLENZA
RITIRO FARMACI
SICUREZZA PER GLI OPERATORI
RINNOVO PIANI TERAPEUTICI
PROGRAMMA DI SCREENING
COVID, GESTIRE L'ANSIA
CUP E SPORTELLI ON LINE


VACCINAZIONI

CORONAVIRUS, OBBLIGHI

COVID 19, I DATI

Amministrazione Trasparente

SEGNALAZIONE ILLECITI