Login
   
    
   Iscriviti


COMUNICATI STAMPA DICEMBRE2013
Giovedì
24 Maggio 2018

ALL'UMBERTO I DI SIRACUSA INTERVENTO INNOVATIVO iIN CARDIOLOGIA IMPIANTATO IL PRIMO DEFIBRILLATORE SOTTOCUTANEO CHE NON TOCCA Nè CUORE Nè VASI
Nell’Unità operativa di Cardiologia e UTIC dell’ospedale Umberto I di Siracusa diretta da Eugenio Vinci, l’equipe di Aritmologia ed Elettrostimolazione composta da Giuseppe Romano, Gianfranco Muscio e Bruno Maltese ha eseguito ieri pomeriggio il primo impianto di defibrillatore cardiaco sottocutaneo S-ICD, unico dispositivo al mondo che viene inserito sottocute senza toccare né il cuore né i vasi sanguigni. L’impianto è stato effettuato su un paziente di 44 anni affetto da una rara cardiopatia su base genetica, rianimato nel pronto soccorso del nosocomio siracusano dopo un arresto cardiaco provocato da aritmie ventricolari maligne. Ne dà notizia, congratulandosi con l’equipe, il commissario straordinario dell’Asp di Siracusa Mario Zappia: “Siamo molto contenti di avere potuto offrire a questo paziente, affetto da una patologia cardiaca maligna, una terapia innovativa, indispensabile per la sua sopravvivenza e con rischi operatori molto ridotti”. Per le sue caratteristiche di “non invasività”, giacché il sistema non necessita dell’inserimento di elettrocateteri nel cuore, con conseguente riduzione del rischio d’infezione, estrazione dei cateteri e difficoltà procedurali, il defibrillatore sottocutaneo S-ICD costituisce una straordinaria alternativa - in termini di efficacia e di sicurezza - rispetto ai defibrillatori impiantabili tradizionali. “Le sue due componenti, il generatore di impulsi e l’elettrocatetere – spiega Eugenio Vinci mentre esprime soddisfazione per il lavoro compiuto dalla sua équipe - vengono posizionate rispettivamente sul lato sinistro della gabbia toracica e nella regione dello sterno. La selezione del paziente avviene a seguito di valutazione di parametri elettrici che garantiscano l’efficacia del sistema e la procedura d’impianto utilizza punti di riferimento anatomici senza ricorrere alla fluoroscopia. Questo defibrillatore sottocutaneo rappresenta una delle frontiere più avanzate della medicina minimamente invasiva ed è motivo di orgoglio che il primo impianto in provincia di Siracusa sia stato eseguito proprio nel nostro ospedale che oltre ad avere una lunga tradizione nel settore dell’Aritmologia ed Elettrostimolazione Cardiaca, al momento, costituisce l’unico centro che offre questa soluzione terapeutica”. Il responsabile dell'ufficio strampa Dott.ssa Agata Di Giorgio
« Indietro   [30.12.2013 - Agata Di Giorgio]