Login
   
    
   Iscriviti


Rischio Clinico
Domenica
18 Agosto 2019

U.O.S. QUALITA' E RISCHIO CLINICO

C.da Pizzuta - 96100 Siracusa

tel. 0931 - 484359 - fax  0931 - 484608

e-mail:rischioclinico@asp.sr.it - ufficio.qualita@asp.sr.it

 

Resp. Dott.ssa CARMELA CONTE

 


Il rischio clinico rappresenta .l’eventualità di subire un danno come conseguenza di un errore. Il Risk Management, è l'insieme delle varie azioni complesse messe in atto per migliorare la qualità delle prestazioni sanitarie e garantire la sicurezza del paziente, promovendo la crescita di una cultura della salute più attenta e vicina al paziente ed agli operatori.

La gestione del rischio quale strumento del governo clinico è la metodologia che permette l’individuazione, la valutazione dei rischi, la gestione dei processi decisionali e il controllo delle procedure, la riduzione degli stessi, garantendo la sicurezza del paziente.

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa promuove la Gestione del Rischio Clinico nella consapevolezza che l'adozione di strategie operative finalizzate alla riduzione degli errori possa portare vantaggi, tra i quali:

 aumentare la sicurezza del paziente e contestualmente la tutela degli operatori;

  migliorare l.efficacia, l.efficienza, la qualità e l.immagine del Sistema Sanitario dell’Azienda Provinciale di Siracusa;

  Sviluppare la cultura dell'imparare dall’errore per mettere in atto misure efficaci di prevenzione degli errori;

  contenere i costi assicurativi.

Garantire la sicurezza dei pazienti è un dovere dei professionisti, richiamato dai Codici Deontologici e ribadito recentemente anche dall’art 14 del Nuovo Codice di Deontologia Medica (dicembre 2006): "Il medico opera al fine di garantire le più idonee condizioni di sicurezza del paziente e contribuire all’adeguamento dell’organizzazione sanitaria, alla prevenzione e gestione del rischio clinico anche attraverso la rilevazione, segnalazione e valutazione degli errori al fine del miglioramento della qualità delle cure. I professionisti a tal fine devono utilizzare tutti gli strumenti disponibili per comprendere le cause di un evento avverso e mettere in atto i comportamenti necessari per evitarne la ripetizione; tali strumenti costituiscono esclusiva riflessione tecnico-professionale, riservata, volta all’identificazione dei rischi, alla correzione delle procedure e alla modifica dei comportamenti".

Le attività condotte nel 2010 per ridurre il rischio clinico conformemente agli obiettivi prefissati nel Piano Aziendale del Rischio Clinico valido per il biennio 2010/2011 sono state:

1. ATTIVAZIONE FLUSSO SIMES: Con il D.A. 23 dicembre 2009 pubblicato sulla GURS del 22-01-2010 è stato istituito il flusso SIMES mediante il quale tutte le aziende sanitarie pubbliche e le strutture private accreditate sono tenute a segnalare, nei modi e nei tempi previsti dal Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali, gli eventi sentinella verificatisi nonché le denunce ed i sinistri.

Il flusso SIMES ha l’obiettivo di raccogliere le informazioni relative agli eventi sentinella (cioè relativi ad eventi avversi di particolare gravità, potenzialmente evitabili, indicativi di un serio malfunzionamento del sistema, che possono comportare morte o grave danno al paziente e che determinano una perdita di fiducia dei cittadini nei confronti del Servizio Sanitario Nazionale (per evento avverso è da intendersi Evento inatteso correlato al processo assistenziale che comporta un dannoal paziente, non intenzionale e indesiderabile) ed alle denunce dei sinistri consentendo la valutazione dei rischi ed il monitoraggio completo degli eventi avversi.

Tale processo rappresenta una parte preliminare ad ogni azione di miglioramento continuo in tema di rischio clinico.

Il D.A. prevede inoltre che le Aziende Sanitarie debbano istituire una funzione permanentemente dedicata alla gestione del rischio clinico e alla sicurezza dei pazienti e delle cure.

Il Direttore Generale dell'ASP di Siracusa con nota prot. n. 32604/PG del 14 luglio 2010, a seguito dell’espletamento di una selezione svoltasi presso l'Assessorato Regionale alla Salute, ha individuato quale Referente Aziendale per la Gestione del Rischio Clinico il Dr. Vincenzo Crisci, dirigente medico.

L’attivazione del flusso SIMES, da parte del referente, è avvenuta nel luglio 2010 e da quel momento sono stati inseriti nel database del Ministero della Salute tutti gli eventi sentinella e le denunce sinistri segnalati all'Ufficio Qualità e Rischio Clinico dell'Azienda.

2. COSTITUZIONE NUOVO COMITATO RISCHIO CLINICO ASP SIRACUSA:
 
A seguito
del'accorpamento tra l'Azienda USL n.8 e l'Azienda Ospedaliera Umberto I di Siracusa e la contestuale nascita dell'ASP di Siracusa, il Direttore Generale, con la deliberazione n° 640 del 16 luglio 2010, ha proceduto alla nomina del nuovo comitato, che, pertanto, risulta così composto:

  Direttore Sanitario dell'ASP pro tempore, o suo delegato, Presidente

  Direttori Medici dei PP.OO. pro tempore

  Nr. 2 medici responsabili di U.O. per area medica

  Nr. 2 medici responsabili di U.O. per area chirurgica

  Nr. 1 medico responsabile dei Servizi Sanitari Diagnostici

  Responsabile dell'Ufficio Qualità pro tempore

  Direttore Amministrativo pro tempore o suo delegato

  Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione pro tempore o suo delegato

  Nr. 1 referente per i Servizi Infermieristici

  Il referente Aziendale per il Rischio Clinico (Risk Manager)

  Nr. 1 Dirigente Ingegnere

  Nr. 1 Dirigente Medico specialista in Medicina Legale

  Responsabile Formazione Aziendale pro tempore

  Nr. 1 Farmacista dell'ASP

  Nr. 1 Dirigente Medico specialista in Anestesia e Rianimazione esperto in problematiche operatorie

  I componenti del gruppo operativo di progetto nell.ambito del progetto regionale: "La gestione del Rischio Clinico nelle strutture sanitarie della Regione Siciliana in collaborazione con la J.C.I".

  Il Responsabile della Segreteria del Comitato

 

3. NOMINA DI UN GRUPPO DI LAVORO AZIENDALE PER LA SICUREZZA IN SALA OPERATORIA: Tale nomina è avvenuta con nota del Direttore Generale prot. 31885/P.G. del 09.07.2010.

4.INDIVIDUZIONE DEI REFERENTI RISCHIO CLINICO
Sono stati individuati 1 Dirigente medico ed 1 Collaboratore professionale infermiere per ogni Unita Operativa del Presidio Ospedaliero Umberto I di Siracusa (i referenti dell.ex Azienda USL n.8 sono già stati individuati negli anni precedenti)

5.REVISIONE DEI REFERENTI PER IL RISCHIO CLINICO DELL. INTERA AZIENDA

SANITARIA PROVINCIALE DI SIRACUSA: Si è proceduto alla revisione/integrazione complessiva della rete dei referenti dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa   

 

6.FORMAZIONE DEL PERSONALE SANITARIO
Nell'anno 2010 è stato avviato un progetto formativo aziendale per la gestione del rischio clinico rivolto ai referenti del’Ospedale Umberto I (detta formazione era stata già avviata e conclusa per i referenti dell’ex Azienda USL n.8). La  1° edizione è stata espletata il 15,18,19 ottobre 2010; la 2° edizione è stata espletata il 12,15,16 novembre 2010; la 3° edizione sarà espletata il 21,24,25, gennaio 2011

7.ATTIVITA. DI AUDIT SU EVENTI SENTINELLA:  In relazione a 4 eventi sentinella segnalati al Ministero della Salute tramite il flusso SIMES, si è provveduto ad attuare n° 2 AUDIT con il personale sanitario delle U.O.C. interessate dagli eventi sentinella, con la presenza dei Direttori Sanitari dei P.O. Trigona di Noto e Muscatello di Augusta, quali referenti di P.O. per il Rischio Clinico;

8. STESURA PIANO AZIENDALE RISCHIO CLINICO 2010/2011: Il Piano Aziendale Rischio Clinico 2010/2011 è stato prodotto in collaborazione tra l'Ufficio Qualità e quello del rischio clinico, ed è stato approvato dal comitato del rischio clinico in data 21.12.2010 e deliberato dal Direttore Generale il 27.12.2010 con delibera n° 640.

9. STESURA PIANO ADEGUAMENTO AGLI STANDARD DELLA JOINT COMMISSION INTERNATIONAL: Uno dei punti nevralgici dell.attività per la riduzione del rischio clinico nell’ASP di Siracusa per l’ anno 2010 è stata la stesura di un piano di adeguamento dei Presidi Ospedalieri dell’Azienda agli standard previsti dalla Joint Commission International.

Gli standard JCI fanno riferimento a tutti gli aspetti della vita dell’ospedale avendo il paziente e le sue cure come punto di riferimento continuo. Già dal 2008 le ex Aziende ASL 8 e Ospedaliera Umberto I avevano elaborato piani di adeguamento agli standard JCI.

Tali piani hanno consentito il raggiungimento di un adeguamento parziale, come messo in evidenza nelle visite degli esperti della JCI.

Pertanto nel 2010 la stesura di tale piano ha permesso di programmare le attività da svolgere nell’anno 2011 al fine di completare l’adeguamento dei Presidi Ospedalieri dell'ASP di Siracusa agli standard della JCI.

10. DIFFUSIONE DELLE RACCOMANDAZIONI MINISTERIALI PER LA SICUREZZA  DEI PAZIENTI: Durante l’anno 2010 sono state diffuse a tutte le Unità Operative dell'ASP per tramite delle Direzioni Sanitarie dei Presidi Ospedalieri

Le Raccomandazioni Ministeriali forniscono indicazioni generali per ridurre e contenere i rischi, aumentare la sicurezza dei pazienti, promuovere l.assunzione di responsabilità del sistema e favorire il cambiamento di sistema necessario a garantire cure di qualità ad elevata sicurezza.



 
RELAZIONE GESTIONE RISCHIO CLINICO ANNO 2011
» Leggi...