Login
   
    
   Iscriviti


CORONAVIRUS
Venerdì
25 Settembre 2020

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI SIRACUSA

CORONAVIRUS

 La Regione Siciliana ha predisposto il numero verde gratuito 800458787 per assicurare ogni assistenza utile alla cittadinanza nell'ambito dell'emergenza Coronavirus. Nello specifico vengono fornite informazioni e assistenza sulle misure adottate sul territorio nazionale ed in Sicilia.Tale servizio, attivo 24 ore su 24,  è stato anche previsto per contrastare il dilagare di dati non attendibili e notizie segnatamente false (Fonte Assessorato regionale della Salute)

Per qualsiasi dubbio, non recarsi al Pronto soccorso, contattare il medico di famiglia o chiamare il numero dell'emergenza 112

Per informazioni aggiornate sulle zone a rischio e sul coronavirus visita il sito del Ministero della Salute o chiama il numero di pubblica utilità  1500.

Il Dipartimento di Prevenzione Medico dell'Asp di Siracusa può essere contattato a mezzo mail alle caselle di posta elettronica siracusacoronavirus@asp.sr.it e dipartimento.prevenzionemedico@asp.sr.it e al numero del call center 0931 484980 dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 20, nonché al numero dell'URP 0931 484860 e al numero verde 800238780

Considerato che l'andamento epidemiologico ha fatto registrare un aumento delle richieste di informazioni degli utenti al Dipartimento di Prevenzione, la Direzione aziendale ha potenziato l'organizzazione del Call center dal 14 agosto al 31 agosto che sarà successivamente aggiornata in esito all'andamento del quadro epidemiologico.

Il numero 0931 484980 va utilizzato esclusivamente nei casi previsti dalle funzioni del Dipartimento di Prevenzione Medico con particolare riferimento alle informazioni inerenti gli isolamenti, le quarantene, l'esecuzione dei tamponi e dei test e quant'altro.

Restano ferme le ulteriori disposizioni relative alle funzioni dei medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, USCA/USCAT e pretriage ospedaliero ovvero:

1) Nel caso in cui il cittadino residente dovesse avvisare i primi sintomi, dovrà rivolgersi al proprio medico curante, che a sua volta interesserà il Dipartimento di Prevenzionee le Usca come previsto dalla legge;

2) Nel caso di cittadini non residenti, gli stessi dovranno rivolgersi alla USCAT, ovvero l'Unità Speciale di Continuità Assistenziale Turistica che ha sede a Siracusa al numero 0931 484904;

3) Nel caso in cui la sintomatologia dovesse richiedere il ricorso alle cure ospedaliere, si ricorda di accedere per il tramite della apposita tenda allocata nei pressi dell'ospedale, ove effettuare il pretriage.

 

 
   
    

- Consulta tutta la normativa sull'emergenza coronavirus

- Normativa Regione Siciliana
- Organizzazione della gestione sanitaria dell'emergenza Coronavirus - Atti Generali e Piani emanati dall'Asp di Siracusa

 

 

OBBLIGHI

I cittadini che intendono fare ingresso nel territorio nazionale  e che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna, ferme restando le disposizioni di cui al decreto del Presidente del Consiglio  dei  Ministri  7  agosto 2020, si applicano le seguenti misure di prevenzione, alternative tra loro:

a) obbligo di presentazione al vettore all'atto dell'imbarco e  a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli dell'attestazione  di essersi  sottoposte,  nelle  72  ore  antecedenti  all'ingresso   nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico,  effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo; 

b) obbligo di sottoporsi ad un test molecolare o  antigenico,  da effettuarsi  per  mezzo  di  tampone,  al  momento   dell'arrivo   in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero  entro  48 ore dall'ingresso nel territorio nazionale presso l'azienda sanitaria locale di  riferimento;  in  attesa  di  sottoporsi  al  test  presso l'azienda sanitaria locale di riferimento le persone sono  sottoposte all'isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.

 

  • Le persone di cui al  comma  1,  anche  se  asintomatiche,  sono obbligate  a  comunicare  immediatamente  il  proprio  ingresso   nel territorio nazionale  al  Dipartimento  di  prevenzione  dell'azienda sanitaria competente per territorio. 
  • In caso di insorgenza di sintomi COVID-19, resta fermo l'obbligo per  chiunque  di  segnalare  tale   situazione   con   tempestività all'Autorità sanitaria  per  il  tramite  dei   numeri   telefonici appositamente dedicati e di sottoporsi, nelle more delle  conseguenti determinazioni dell'Autorità sanitaria, ad isolamento.

ai sensi dell' Ordinanza del Ministro della Salute del 12 agosto 2020

 

I soggetti dei quali sia stata accertata la positività al contagio da Covid-19

HANNO L'OBBLIGO di

  • a) comunicare le proprie condizioni di salute al Medico di Medicina Generale o al Pediatra di Libera Scelta e al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale territorialmente competente, secondo le cadenze temporali fissate dai vigenti protocolli di sorveglianza sanitaria;
  • b) permanere in isolamento rispetto agli altri componenti del proprio nucleo familiare, adottando una condotta improntata al distanziamento dai propri congiunti e/o coabitanti, curando di aerare più volte al giorno i locali dell’abitazione;
  • c) comunicare i nominativi dei propri conviventi, che le Aziende Sanitarie Provinciali provvedono a trasmettere in un apposito “elenco unico giornaliero” alle Prefetture  competenti per territorio. L’inadempimento di tale disposizione integra l’ipotesi di grave violazione ex articolo 20, commi 6 e 7, della legge regionale 14 aprile 2009, n. 5.

Alle disposizioni di cui alle lettere a) e b) del comma 1 sono tenuti i soggetti coabitanti per la durata di giorni quattordici, decorrenti dalla data di accertamento di positività del contagio. Essi sono sottoposti al tampone rinofaringeo a conclusione del suddetto periodo.

Sono esclusi dagli obblighi di cui al precedente comma i soli soggetti conviventi appartenenti alle Forze dell’ordine, alle Forze armate, al servizio sanitario (ivi compreso il personale amministrativo) per i quali non sia stato concesso il lavoro agile (c.d. smart working).

ai sensi dell' Ordinanza contingibile e urgente n° 22 del 2 giugno 2020  del Presidente della Regione Siciliana e del DPCM  del 17 maggio 2020




Coronavirus, rientri in Sicilia: chi e come dovrà sottoporsi ai t



Potrebbe interessarti: https://www.palermotoday.it/cronaca/coronavirus-rientri-sicilia-chiarimenti-ordinanza.html

DISPOSIZIONI


DISPOSIZIONE PER CHI FA INGRESSO NEL TERRITORIO DELLA REGIONE SICILIANA*

Chiunque faccia ingresso in Sicilia, nel periodo tra il giorno 8 giugno 2020 – 30 settembre 2020, se non residente nell’Isola o ivi domiciliato:

  • Si registra sul sito internet siciliasicura.com, compilando integralmente il modulo informatico previsto;
  •  Utilizza la WebApp collegata (o scaricarla in forma gratuita sul proprio dispositivo di telefonia mobile, dalle piattaforme AppleStore e Android) l’applicazione “SiciliaSiCura”, con finalità di contatto con il sistema sanitario regionale ed eventuale monitoraggio/assistenza del proprio stato di salute.
  • *Ad eccezione dei cittadini provenienti o in transito da Grecia, Malta e Spagna con decorrenza 14 agosto 2020

 

LE INDICAZIONI SOPRARICHIAMATE SONO SOGGETTE A VARIAZIONI A SECONDA DELL'EVOLUZIONE DEL MONITORAGGIO EPIDEMIOLOGICO



 

TEST SIEROLOGICI A PERSONALE DOCENTE E NON DOCENTE
COME CAMBIA LA QUARANTENA
CONSEGNA A DOMICILIO FARMACI
PUNTO INFORMATIVO PER LAVORATORI DA ALTRE REGIONI
COVID 19, FORMAZIONE OPERATORI
TAMPONI, PRIORITA' LAVORO
SERVIZI RIABILITATIVI
TELEFONO PER L'INFANZIA
ASSISTENZA ANTI VIOLENZA
RITIRO FARMACI
SICUREZZA PER GLI OPERATORI
RINNOVO PIANI TERAPEUTICI
PROGRAMMA DI SCREENING
COVID, GESTIRE L'ANSIA
CUP E SPORTELLI ON LINE


VACCINAZIONI

CORONAVIRUS, OBBLIGHI

COVID 19, I DATI

Amministrazione Trasparente

SEGNALAZIONE ILLECITI