Login
   
    
   Iscriviti

1 Iscritti online
PEDAGOGISTAStrazzeriDaniela


Centro Screening
Giovedì
27 Febbraio 2020

REGIONE SICILIANA

ASP SIRACUSA

CENTRO GESTIONALE SCREENING



Responsabile: Dott.ssa Sabina Malignaggi

c/o Ospedale A. Rizza - Viale Epipoli, 74 - 96100 Siracusa

Tel. 0931 484300 Fax: 0931 484206 - email:
centro.screening@asp.sr.it

  

Il Centro svolge attività di prevenzione dei tumori del collo dell'utero, della mammella e del colon rettoModalità di accesso:

Su invito con lettera spedita a mezzo posta.

Il servizio è gratuito.
La segreteria è a disposizione per fornire ulteriori informazioni:

dal lunedì al venerdì dalle h. 12.00 alle 13.00

Nel 2010 l’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa ha avviato un programma di prevenzione dei tumori della mammella, del cervicocarcinoma e del colon-retto, destinato alle fasce di età più a rischio. 
Lo screening di popolazione è un intervento di sanità pubblica organizzato, in cui è l’azienda sanitaria a invitare direttamente l’intera fascia di popolazione ritenuta a rischio di sviluppare una certa malattia, offrendo gratuitamente un test di primo livello ed accertamenti diagnostici di secondo livello. A tale scopo è stato istituito nell’ ASP di Siracusa un Centro Gestionale Screening (CGS) che lavora in stretta collaborazione con il SEMP ( Servizio di Epidemiologia) e con il RTP (Registro territoriale di Patologia)  che si occupa di tutta la parte gestionale-organizzativa dei tre screening. 
Negli ultimi dieci anni le istituzioni nazionali e internazionali hanno sostenuto l’attivazione di programmi di screening. Nel dicembre 2003, il Consiglio dell’Unione Europea ha raccomandato agli Stati membri l’attuazione dei programmi di screening per il cancro della mammella, della cervice uterina e del colon retto. 
Nel 2006, il Ministero della Salute ha pubblicato le “Raccomandazioni per la pianificazione e l’esecuzione degli screening di popolazione per la prevenzione del cancro della mammella, del cancro della cervice uterina e del cancro del colon retto” , raccomandazioni prodotte dai gruppi di lavoro nominati dal ministro della salute con il decreto del 18 ottobre 2005, nell’ambito dell’azione del Ministero della Salute decisa dal Parlamento con la Legge 138 del 2004 (art. 2 bis), oltre che da Governo e Regioni, che d’intesa hanno dato vita al Piano nazionale della prevenzione 2005-2007 Lo screening consente di identificare sia le lesioni tumorali molto precoci sia quelle preneoplastiche, pertanto può contribuire a ridurre non solo la mortalità per carcinoma, ma anche l’incidenza della neoplasia invasiva. 

 La diagnosi precoce del tumore del collo dell’utero si rivolge a donne di età compresa dai 25 ai 64 anni e viene effettuata utilizzando un esame semplice, sicuro, rapido, indolore: il Pap-test che viene eseguito da personale specializzato. Le donne saranno invitate dall’Azienda sanitaria provinciale a recarsi in un giorno ed ora prefissata presso uno dei Consultori familiari della provincia di Siracusa o presso il Centro Screening di Via Brenta a Siracusa. Tutte le prestazioni sono assolutamente gratuite compresi ulteriori accertamenti diagnostico-terapeutici qualora sia  necessario.

Lo screening per la prevenzione del tumore della mammella consiste in un esame radiografico: la mammografia che le donne fra 50 e 69 anni saranno invitate ad effettuare con cadenza biennale. Anche in questo caso le donne riceveranno a casa una lettera dall’Asp  in cui sarà indicato il luogo e l’orario di effettuazione dell’esame. Nel caso in cui il referto sia dubbio o sospetto, sono previsti ulteriori approfondimenti fino al trattamento completo della malattia.

Lo screening per il tumore del colon-retto è rivolto ad uomini e donne dai 50 ai 69 anni che vengono invitati ad effettuare un esame per la ricerca del sangue occulto nelle feci. Se l’esame è positivo si procede ad effettuare ulteriori accertamenti diagnostico-terapeutici.

La finalità degli screening è la guarigione o la riduzione di mortalità per tali tumori mediante una diagnosi precoce dei casi di tumore e  di lesioni precancerose, con un trattamento chirurgico meno invasivo e più accettabile in grado di garantire una migliore qualità di vita.



 

Amministrazione Trasparente

SEGNALAZIONE ILLECITI